I cani di Riga – Henning Mankell

i cani di riga Il placido e tranquillo commissario Wallander si trasforma in un temerario tutore della giustizia quando la moglie di un collega lettone morto in circostanze sospette gli chiede aiuto…
A parte la premessa un po’ “americana” la storia della seconda avventura del commissario è credibile come nel primo libro.
Forse un po’ meno noioso, Mankell mi piace soprattuttoquando descrive un Kurt W. spaventato e impaurito, specialmente da rumori immaginati o provocati da lui nei momenti di tensione o paura.
Ma la storia è sempre troppo lenta: secondo me altri autori avrebbero inserito 10 colpi di scena usando le stesse pagine.. o avrebbero ridotti il romanzo ad un racconto. Come nella prima indagine sembra che l’autore per rimanere più aderente alla realtà, racconti anche le attese e i pomeriggi ad aspettare che squilli un telefono. Mi sa che sarà l’ultima indagine del commissario Wallander per me.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: