Il Silenzio – Gianni Palagonia

La vita di un poliziotto nella sicilia degli anni ’80. Vivere con la continua paura per se e la famiglia, eppure non poter smettere di fare il proprio lavoro, nonostante tutto: colleghi corrotti, magistrati che tengono più alla carriera che ad assicurare i criminali alla giustizia e una eccezionale volontà di non piegarsi alla soluzione più facile. Colpisce più per quello che scrive che per come lo scrive. Colpisce anche il fatto che il poliziotto si sia dovuto nascondere dietro ad un nome falso: ha dovuto scegliere un nome d’arte, per non esporsi in prima persona e non esporre la famiglia a eventuali ritorsioni.


“Durante i miei giri in per la città vedevo le famiglie a spasso coi bimbi e provavo un senso di vuoto. Pensavo a quante volte avevo deluso mia moglie, a quanti compleanni avevo disertato. I criminali entrano ed escono dalla galera, ma la famiglia di un poliziotto è perennemente sotto sequestro.”

“Nessuno ci ha insegnato come fare questo mestiere. Un po’ ce l’hanno tramandato i vecchi, un po’ l’abbiamo imparato in strada, schivando pallottole.”

Una Risposta to “Il Silenzio – Gianni Palagonia”

  1. Nelle mani di nessuno – Gianni Palagonia « Scarsamente Tollerante Says:

    […] stessa eppure questo romanzo non centra più l’obiettivo. Forse per fare un buon lavoro, come nel primo caso, doveva cambiare […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: