Archive for maggio 2009

Il bell’Antonio – Vitaliano Brancati

26 maggio 2009

il bell antonio Antonio, giovane nobile della Catania bene, ha fama di gran seduttore: pare che nessuna ragazza gli possa resistere. Tante donne gli concedono favori e la cosa ovviamente non passa inosservata: basta una sua parola per sistemare un amico o un parente.
Ma dopo anni di vita scapestrata giunge il momento di mettere la testa a posto e tutte sembra andare per il meglio quando Antonio decide di sposarsi con Barbara, matrimonio che sembra accontentare sposi, genitori e parenti. Ma dopo tre anni matrimonio va in crisi, proprio per la causa più inaspettata..
Il bell’Antonio è l’affresco di una società che 70 anni dopo ragiona ancora allo stesso modo.

“Gli impiegati, in ogni parte del mondo, quando sono investiti di un’autorità assoluta diventano tali tiranni che al loro paragone gli imperatori romani fanno la figura dei bambini.. No il socialismo sarebbe il medioevo!”

Annunci

Tutti i miei amici sono supereroi – Andrew Kaufman

19 maggio 2009

tutti i miei amici sono supereroi Tom vive in mezzo ai supereroi, sua moglie e molti suoi amici lo sono.
Il Bradipo, la Perfezionista, Businessman, Una botta e via… ecco i supereroi del libro.
Si, ok, non ci escono proprio bene come supereroi, molto diversi dai classici, non indossano costumi colorati e hanno superpoteri strani, anzi, la maggior parte delle volte i superpoteri sono più un problema per l’eroe che un aiuto per chichessia…
Figuriamoci come stanno messi quelli i superpoteri non li hanno proprio! Questa è la situazione del protagonista che tra l’altro da sei mesi è invisibile alla moglie!
Idea carina, libro divertente.. i capitoli dove sono presentati alcuni bizzarri eroi ed i relativi nomi fanno sbellicare!

“Businessman era rimasto nell’auto a calcolare il valore in dollari di tutti quelli che passavano davanti, e si era accorto di un particolare. Anche se alcuni possedevano milioni e altri erano pesantemente indebitati, tutti sembravano tesi e preoccupati allo stesso modo. Ne aveva concluso che esisteva un’unica quantità di denaro: mai abbastanza.”

“Adesso, se esce per andare a ballare, prima si mette a cavalcioni di una fotocopiatrice e si fotocopia la vagina. Così se si avvicina qualcuno sperando che sia una che la dà facilmente, lei gli allunga una fotocopia.”

I ragazzzi del massacro – Giorgio Scerbanenco

12 maggio 2009

I ragazzi del massacro Scerbanenco non tradisce. La storia è sempre la solita indagine di Duca Lamberti: attaccato a pochi e flebili indizi, con la solita caparbietà riesce ad arrivare a scoprire il colpevole. Un eroe con macchie e paure raccontato in un italiano un poco strano: a volte l’autore usa termini ricercati quasi a colorire maggiormente le vicende che racconta, senza complicarle: la facilità con cui si i racconti di Scerbanenco si lasciano leggere mi colpisce sempre!
Questa volta Duca si trova davanti ad uno omicidio veramente crudele: una insegnante di una scuola serale viene trovata massacrata nell’aula dove insegnava. Intorno a lei gli abiti strappati e scritte oscene. Tutti gli alunni sono sospettati: giovani che alle spalle hanno situazioni familiari difficili, provenienti da riformatori, avvezzi al crimine.
Dello stesso autore: i milanesi ammazzano il sabato e venere privata

Forte come la morte – Guy de Maupassant

5 maggio 2009

forte come la morteForte come la morte è l’amore: inaspettato e non voluto, eppure irresistibile; un tarlo che divora. L’illustre pittore protagonista del libro ama, riamato, una nobildonna parigina. La loro storia nata quasi casualmente prosegue per alcuni anni. Con la vecchiaia arrivano i primi problemi di questa relazione clandestina: il pittore comincia ad essere considerato sorpassato, le belle donne non sorridono più con lui ma lo compiangono; come se non bastasse la Contessa capisce che egli è innamorato di un’altra donna, più giovane di lei. L’amore li consumerà entrambi, ognuno a modo suo si farà consumare.
Un’altro capolavoro di Maupassant che piega e spiega magistralmente i sentimenti nel suo racconto.