Il massaggiatore cieco – Catalin Dorian Florescu

il massaggiatore ciecoLa storia di un uomo Rumeno che torna in patria, dopo che ha vissuto metà della vita in Svizzera. Scappato da un paese povero e oppresso, matura pian piano la decisione di tornare: troppe le cose lasciate in sospeso. E mentre ritrova la gioia del parlare nella lingua natia, affronta i cambiamenti che sono avvenuti nel suo paese, ma a modo suo, un po’ passivamente.
Preso per curiosità in libreria, le vicende del protagonista mi hanno coinvolto poco. Lunghetto ma con il finale che non ti aspetti si riscatta in parte.

“Qui sopravvivie solo il più forte. Se oggi Darwin fosse vivo, non andrebbe a osservare le tartarughe nelle Galapagos. Verrebbe qui.”

“… l’uomo è solo, ma può fare qualcosa per combattere la solitudine. Come Sisifo, spinge in cima ad una montagna macigni che poi rotolono di nuovo giù. Fa la stessa cosa giorno dopo giorno, ma se si ribella, la sua vita si trasforma.”

“- Com’è essere ciechi? Ion rispondeva: – Essere ciechi significa ascoltare meglio.”

Una Risposta to “Il massaggiatore cieco – Catalin Dorian Florescu”

  1. frank Says:

    massaggi e cecità : il tatto che va oltre la vista, non è una novità. solo per un’attimo ho pensato a biagio cavanna, massaggiatore di girardengo e coppi e soprattutto scopritore di quest’ultimo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: