Zio Petros e la congettura di Goldbach – A. Doxiadis

zio petros e la congettura di goldbach L’autore racconta la propria vita e quella dello zio: pecora nera per la famiglia, un amico oltre che un parente per lui: la passione per la matematica l’ha reso schivo, asociale e dipende economicamente dai parenti e questo non è da tutti accettato:
un matematico fallito che non ha mai pubblicato nessuna importante scoperta non è un parente di cui andare orgogliosi.
Ma nessuno della sua famiglia ha forse mai compreso veramente il suo genio, fino a quando il nipote, da sempre l’unica persona in famiglia a lui affine, non si farà raccontare la vita dello zio:
il racconto di una vita tesa ad un solo scopo, l’aridità di una passione totalizzante, l’amicizia con gli altri grandi matematici, la paura di aver dedicato la vita ad uno scopo irrealizzabile.
Nonostante il titolo non occorre capire o essere appassionati di matematica per apprezzare il romanzo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: