54 – Wu Ming

54 Occorre non farsi spaventare dalla mole del libro.. perchè una volta digerite le prime pagine, la lettura scorre veloce. Le diverse storie si intrecciano magistralmente. Ex partigiani, guerra fredda, malavita; l’atmosfera del secondo dopoguerra in un’Italia che ancora aspetta il boom e un Cary Grant caratterizzato magnificamente. Insomma non si direbbe che il protagonista è un televisore!

“Gli Italiani, my dear, non parlano le lingue, ma i napoletani si, tutte!”

“Sono troppo vecchio, Pierre, e le sconfitte sono come un peso che ti porti dentro e ti trascina giù.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: