Confessione di un assassino raccontata in una notte – Joseph Roth

confessione di un assassino raccontata in una notte Una ex-spia della Ochrana (i servizi segreti della Russia zarista) racconta la sua storia in un ristorante parigino. L’infanzia nell’attesa del riconoscimento del vero padre, come venne reclutato nei servizi segreti con uno strano sotterfugio, fino al crollo della monarchia russa. Le malefatte, le vite distrutte, l’orgoglio e l’avidità che ne hanno fatto un uomo malvagio.. e il tardivo pentimento che non farà altro che aggiungere rimorsi e rimpianti.. con un unico denominatore comune: un conoscente che con la sua presenza melliflua, porterà sempre a prendere la strada sbagliata.

“Notate, cari amici, con quale crudeltà Dio mi trattava, mettendo questo profumato Lakatos al primo crocevia che dovevo attraversare sulla mia strada. Senza questo incontro la mia vita sarebbe stata completamente diversa.”

“E poi anche le leggi dipendono dagli umori. Infatti si possono interpretare. Eh si, cari amici, le leggi non proteggono dall’arbitrio, perchè è appunto con l’arbitrio che vengono interpretate.”

“Contro la Ochrana, e quindi in un certo senso contro di me, nemmeno un granduca poteva ottenere qualcosa, neppure un avvocato ebreo. Ma, come sapete, nella vecchia Russia c’erano tre mezzi infallibili – e la generalessa glieli rivelò: denaro, denaro, denaro.”

“Tutte le donne costano care, ma soprattutto quelle che amano, più ancora di quelle che sono amate.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: