Archive for dicembre 2007

Io So – L’enigma di Mariani di Maria Masella

30 dicembre 2007

L’ennesima avventura del commissario Mariani, poliziotto Genovese alle prese questa volta con un doppio mistero:
il tentativo di omicidio nei confronti del fidato assistente e l’omicidio di un noto antiquario genovese.
La due indagini si incrociano spesso ingarbugliandosi a vicenda, ma il coraggioso Commissario, sempre aiutato dalla moglie, verrà a capo di uno dei due misteri, mentre l’altro…
Beh spero che lo stile ‘to be continued’ non sia dovuto alla possibilità che presto questa serie di libri diventi una serie televisiva…. a me comunque questo strano commissario, troppo umano, fin troppo positivo piace ancora.

“Mi sono sempre piaciute le persone di cui si dice che non hanno un buon carattere: notano e non hanno peli sulla lingua…”

Annunci

La briscola in cinque di Malvaldi Marco

26 dicembre 2007

Una giovane ragazza viene trovata morta in un cassonetto della spazzatura in una località turistica vicino a Livorno.
Il gestore del BarLume, ha la sfortuna di ritrovarsi invischiato nelle indagini e come ogni buon detective improvvisato, il suo buon senso e alcune intuizioni lo porteranno a scovare il colpevole.
L’opera prima di Malvaldi è molto piacevole e veloce da leggere, alcune volte la storia sembra quasi salti in avanti quasi a evitare di narrare le parti che il lettore potrebbe ritenere ovvie.
Questo ha portato però il libro ad essere veramente essenziale, quasi striminzito…
Irresistibile la parlata in ‘toscanaccio’ con la quale 4 arzilli vecchietti, co-protagonisti del racconto, interagiscono con l’investigatore-barman.

Il fondo di piaggia bella di Giovanni Badino

19 dicembre 2007

Giovanni Badino segue il filo dei suoi pensieri e tramite questo libro racconta la storia di Piaggia Bella, una delle più estese grotte d’Italia (quasi 40 Km di gallerie, 15 ingressi) attraverso le esplorazioni, sue e di altri speleologi, dalla fine del 1800 ai giorni nostri.
L’autore spiega molto esaurientemente l’evoluzione dell’esplorazione e degli speleologi che sono riusciti pian piano a farsi largo nelle viscere della montagna: dagli inizi, in cui si andava in grotta vestiti in maniera poco adatta, con pesanti attrezzature che impedivano una rapida progressione, all’introduzione delle tecniche alpinistiche; le corde invece delle scomode e pesanti scalette; le tecniche di risalita e gli indumenti tecnici; gli studi che di anno in anno hanno permesso di scoprire nuovi ingressi, facendo risparmiare molte ore di esplorazione.
Il mio entusiastico giudizio è dovuto certamente al corso di Speleologia che ho seguito quest’anno, ma non saprei se consigliare questo libro se l’argomento trattato non interessa. Per quello che mi riguarda l’ho letteralmente ‘divorato’ la sera stessa dopo averlo acquistato..

“Questo libro è permeato dal fatto che il fondo di Piaggia Bella non è maistato un argomento interessante per nessuno: per molti invece è stata una scusa ottima per vivere una vasta ricerca, partecipare ad un vasto piano, stare in movimento, cercare, appassionarsi, sognare.”

Mercurio – Ameliè Nothomb

10 dicembre 2007

Ancora una volta la Nothomb mi stupisce per l’originalità della storia, anche se devo dire che aver inserito 2 finali alternativi mi ha un po’ rovinato la lettura.
Un vecchio Capitano rinchiude la sua giovanissima amante Hazel in un castello su un’isola deserta.
La poveretta è, a quanto pare, malata, ma non solo nel fisico: si trova infatti combattuta da un sentimento di amore e riconoscenza, ma anche odio e ribrezzo per il vecchio satiro.
Un infermiera, chiamata dal Capitano, arriva per aiutare la malata e dopo l’iniziale smarrimento dovuto alla situazione tra l’anziano e la giovane donna, cerca di restituire la libertà e la fiducia in se stessa a Hazel.
L’amicizia tra le due donne vincerà sull’egoismo amoroso del Capitano.

vedi anche: Acido solforico

Il ristorante al termine dell’universo – Douglas Adams

4 dicembre 2007

risto.jpgIl romanzo è il seguito delle avventure dei protagonisti di ‘Guida Galattica per gli autostoppisti‘, che questa volta si trovano a viaggiare in avanti nel tempo, fino al ristorante che si trova (o forse sarebbe meglio dire che è quando) l’universo sta per finire.
Le trovate di Adams sono un po’ già viste (es: l’astronave a propulsione di improbabilità, i viaggi nel tempo, gli extra terrestri con due teste..).
Sotto la graffiante ironia si intuisce sempre la critica verso i costumi della nostra società: i politici ambigui, voltafaccia e bugiardi, la faciloneria delle persone comuni che si lasciano abbindolare, pronti a saltare sul carro del vincitore.

“Ford si fece servire un altro Gotto Esplosivo Pangalattico, il drink che è stato paragonato allo scippo con botta in testa: ti costa caro e ti lascia con una forte emicrania.”

“A ben analizzare, si vedrà che:
a) chi più di ogni altra cosa desidera governare la gente è, proprio per questo motivo, il meno adatto a governarla;
b) di conseguenza, a chiunque riesca di farsi eleggere Presidente dovrebbe essere proibito di svolgere le funzioni proprie della sua carica per cui:
c) la gente e il suo bisogno di essere governata sono una gran rogna.”