L’uomo che apparteneva alla Terra – Ayn Rand

L’uomo che apparteneva alla terra – Ayn Rand

Dopo Il Tema non potevo non leggere “L’uomo che apparteneva alla terra”, secondo romanzo della trilogia “La rivolta di Atlante” di Ayn Rand.
La storia è la naturale prosecuzione delle vicende di Dagny Taggart e Hank Rearden, della attrazione quasi animalesca tra i due e della loro duplice lotta: da una parte i ciechi politicanti che in nome del ben comune stanno portando allo sfascio le attività produttive eliminando concorrenza e motivazioni; dall’altra la lotta contro gli imprenditori che stanchi di lottare contro leggi ingiuste abbandonano gli affari convinti da una misteriosa organizzazione.
E’ un inno al lavoro, all’onestà intelletuale, alla caparbietà umana contro la cecità dei politici, dei giornali, delle mode, dell’apatia di chi pensa che solo in base ai propri bisogni personali si abbia diritto di chiedere sempre e comunque senza dare mai.

L’uomo che detesta il denaro è quello che l’ha ottenuto in modo poco onorevole; l’uomo che lo rispetta se l’è guadagnato”


“Non c’è modo di governare degli uomini innocenti. L’unica forza di cui dispone un governo è di dare stangate ai criminali”


“E’ stato chiamato egoista solo perchè ha voluto agire secondo il suo criterio… .. è stato chiamato arrogante perchè è umanamente indipendente. E’ stato chiamato crudele per la sua integrità … .. Ha smesso di chiedere loro ‘Con che diritto?’ ‘Secondo quale principio?’ ‘Quale norma?’ No, ha sopportato tutto in silenzio..'”

12 Risposte to “L’uomo che apparteneva alla Terra – Ayn Rand”

  1. Giulia Says:

    Non conosco questo autore, andrò a sfogliarelo in libreria… Ciao Giulia

  2. Andrea Opletal Says:

    sempre ottime rcensioni … oh ma li leggi tutti stì libri … sei un vulcano!!!

  3. mistersegnalatore Says:

    Quasi quasi qualche volta potresti scrivere una recensione su di un libro che ti e’ piaciuto particolarmente e te la pubblico sul mio blog!
    Complimenti,ciao!

  4. rinkoboy Says:

    –> giulia, Ayn Rand è una autrice. Ti consiglio la fonte meravigliosa

    –> andrea, pensa che stavo pensando di inserire recensioni di libri letti in passato perchè mi pare di scrivere poco sui libri (uno a settimana circa).
    Ma mi sono dato la regola di non scrivere qui di libri letti in passato.

    –> mister segnalatore: se vuoi ogni tanto posso inviarti una recensione su un libro letto prima che aprissi il blog.. fammi sapere se ti interessa.

  5. mistersegnalatore Says:

    VI INVITO A VOTARE IL “SONDAGGIO” DI OGGI SUL MIO BLOG: “Favorevole o contrario alla richiesta di oscuramento del blog proposta dal Ministro Mastella?” VOTATE!!

    Facciamoci sentire…ciao!

  6. M Says:

    Ciao, se ti va passa a leggere i racconti che pubblico su ILLUSTRI RACcOnti cosi mi dici che ne pensi.

  7. gianluca Says:

    ciao, vorrei fare uno scambio link:

    http://gianluca-revolution.blogspot.com

  8. Dak Says:

    Sembra interessante…un saluto Dak

  9. Arte Says:

    ciao questo post mi ha incuriosito!
    ti va di fare uno scambio di link?

  10. Arte Says:

    ciao! ti ho appena linkato anche io grazie mille!!

  11. CATY Says:

    Se hai finito di leggere la trilogia della “rivolta di atlante” Di Ayn Rand ti consiglio “La fonte meravigliosa” e “La virtù dell’egoismo” sono sempre opere della stessa autrice e in cui troverai esposto il suo pensiero oggettivista. Buona lettura

  12. rinkoboy Says:

    provvedo a metter in lista desideri ‘La virtù dell’egoismo’.
    la fonte meravigliosa l’ho già letto… libro veramente stupendo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: