Canne al vento di Grazia Deledda

cannealvento.jpgTre sorelle ultime discendenti di una nobile famiglia sarda, orgogliosa ma oramai povera, agli inizi del secolo scorso, è costretta a sopravvivere di espedienti per salvare le apparenze.
Lo status quo viene sconvolto dall’arrivo di Giacinto, un nipote rimasto senza famiglia che è quindi costretto a trasferirsi in sardegna.
Le debolezze di Giacinto velocizzeranno lo sfacelo della famiglia, la morte di una delle tre sorelle, la perdita dell’ultimo pezzo di terra.
Come le ‘canne al vento’ del titolo i personaggi del libro sono deboli e in balia degli eventi, tuttavia non si piegano, sempre pronte a rialzarsi appena il vento concede loro una tregua.

Sappiamo, sappiamo.. e non sappiamo niente,vossignoria no! Il cuore non è mai vecchio.”
“-Basta vivere senza peccare.
-Questo è difficile, anima mia! Come guadare il fiume senza bagnarsi?
-Passando sul ponte!

L’uomo è fatto così: buono e cattivo: eppoi si è sempre disgraziati. Anche i ricchi spesso son disgraziati, Ah ecco!
-Si. Egli disse allora- siamo proprio come canne al vento, donna Ester mia. Ecco perchè! Siamo canne e la sorte è il vento.

Una Risposta to “Canne al vento di Grazia Deledda”

  1. Giulia Says:

    grande Deledda, bello il passo che hai citato, Ciao Giulia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: